ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - G. TOALDO

BISOGNI ED OBIETTIVI FORMATIVI DI ISTITUTO

 

 

BISOGNI MANIFESTI

 

BISOGNI IMPLICITI

 

BISOGNI   FORMATIVI

  • Socializzazione
  • Comunicazione del proprio vissuto: esperienze, emozioni, paure
  • Sicurezza e protezione
  • Gioco – movimento

 

  • Richiesta di attenzione
  • Valorizzazione  della propria disponibilità
  • Integrazione , appartenenza e interazione con il gruppo di coetanei
  • Accettazione da parte dell’adulto di riferimento

 

  • Rispetto della persona
  • Rispetto delle regole
  • Autocontrollo
  • Ascolto attivo
  • Valorizzazione delle proprie esperienze
  • Consapevolezza della propria identità 
  • Conoscenza del territorio
  • Aderenza alla realtà

 

Gli obiettivi generali del processo formativo arrivano al loro pieno raggiungimento alla fine della Scuola Secondaria di primo grado.

 

Ambito cognitivo ( riferimento a documento programmato di Istituto)

  • Acquisizione di abilità strumentali di base, espressive e comunicative.
  • Avvio allo sviluppo delle capacità di osservazione e comprensione.
  • Avvio all’uso dei linguaggi specifici.
  • Acquisizione di un metodo di studio ordinato e consolidamento di un metodo di studio ordinato.
  • Consolidamento delle abilità strumentali di base, espressive e comunicative.
  • Rafforzamento dello sviluppo delle capacità di osservazione e comprensione.
  • Rinforzo dell’uso dei linguaggi specifici.
  • Sviluppare le capacità di organizzare in modo autonomo tempi e modalità del lavoro scolastico.
  • Acquisire padronanza di conoscenze e abilità essenziali e capacità di effettuare connessioni tra i vari saperi disciplinari.

 

Ambito socio-affettivo-relazionale

  • Promuovere la fiducia in sé stessi.
  • Superamento di punti di vista egocentrici e soggettivi.
  • Sviluppo e incremento dell’autocontrollo.
  • Riconoscimento e accettazione dei ruoli propri e altrui.
  • Motivazione all’apprendimento.
  • Interesse.
  • Avvio e rinforzo dell’autonomia.
  • Disponibilità.
  • Solidarietà.
  • Promuovere la conoscenza, la condivisione ed il rispetto di regole di comportamento per interagire positivamente con coetanei ed adulti nell’ambito scolastico ed extrascolastico.
  • Infondere ai ragazzi valori etici quali: solidarietà, collaborazione, accettazione delle diversità, per educarli ad una convivenza civile e democratica.
  • Sviluppare negli alunni l’autonomia nelle scelte e nei giudizi.

Ambito dell’orientamento

  • Avviare e guidare alla conoscenza di sé.
  • Avviare alla scoperta delle proprie capacità e dei propri limiti.
  • Rafforzare la conoscenza di sé e l’autostima per costruire e valorizzare le identità personali in vista delle scelte future.
  • Indirizzare alla scoperta delle proprie capacità e dei propri limiti.
  • Educare gli alunni a valutare il proprio operato.

 

 

FINALITA’ FORMATIVE SCUOLA PRIMARIA e SECONDARIA

 

La scuola primaria si propone di favorire il pieno sviluppo delle potenzialità cognitive di ogni bambino nel rispetto della sua identità personale, culturale, sociale, per l’acquisizione delle competenze di base di ogni disciplina e un armonico sviluppo della personalità.

In particolare si propone di:

  • promuovere l’affermazione della propria identità;
  • favorire l’acquisizione della consapevolezza delle proprie potenzialità e risorse, e propri limiti;
  • aiutare a pensare e a progettare il proprio futuro dal punto di vista umano e sociale;
  • sviluppare comportamenti atti a promuovere il proprio ed altrui benessere psico-fisico;
  • acquisire la consapevolezza dei propri diritti e doveri di cittadino;
  • favorire la conoscenza, l’accettazione, il rispetto delle specificità di ciascuno;
  • favorire l’affermazione e la crescita di abilità comunicative e logiche;
  • fornire progressivamente conoscenze e promuovere competenze per la fattiva prosecuzione del processo di istruzione e di formazione.

 

La scuola secondaria di primo grado si pone come agenzia culturale di fondamentale importanza con il compito specifico di avviare gradualmente l'alunno:

  • ad acquisire adeguati strumenti logico-conoscitivi che gli permettano di comprendere e utilizzare i nuovi linguaggi, per sapersi orientare autonomamente nell’enorme massa di informazioni a cui è quotidianamente sottoposto;
  • a maturare una capacità di espressione creativa e personale indispensabile per l'acquisizione di una concreta capacità progettuale ed operativa;
  • a sviluppare le proprie competenze comunicative e relazionali per divenire cittadino attivo e consapevole di una sempre più vasta comunità sociale grazie anche allo studio delle lingue straniere;
  • ad assumere comportamenti responsabili all'interno del contesto sociale ed ambientale in cui vive, mediante la partecipazione a specifici progetti tesi alla conoscenza degli aspetti antropici e naturali della sua realtà territoriale;
  • ad acquisire la conoscenza dei concetti fondamentali della convivenza civile (bisogni e diritti/doveri);
  • ad acquisire la capacità di concepire la diversità come fonte di ricchezza;
  • ad assumere comportamenti favorevoli all’incontro con l’altro attraverso la collaborazione, la condivisione, la solidarietà e il rifiuto del pregiudizio.

 

In particolare si propone di:

  • offrire esperienze scolastiche significative e diversificate dal punto di vista didattico e metodologico al fine di promuovere lo sviluppo armonico della personalità in tutte le dimensioni;
  • approfondire le capacità di comprensione e di produzione efficace e precisa di messaggi espressi nei vari linguaggi (verbali, non verbali, misti) introducendo anche lo studio di una seconda lingua comunitaria;
  • fornire gli strumenti che permettano di padroneggiare le conoscenze acquisite, sviluppando capacità di sistemazione, applicazione, capacità critiche e, nel contempo, organizzative in funzione della strutturazione di un metodo di studio e di lavoro efficace e autonomo;
  • fornire stimoli per l'adattamento ad una realtà in continua evoluzione attraverso il potenziamento delle capacità che permettono la strutturazione di schemi mentali flessibili, coltivando una cultura dell'immaginazione e della creatività che abitui a liberarsi dagli schemi convenzionali per far fronte a situazioni nuove e per risolvere in modo originale i problemi che si presentano;
  • far acquisire la consapevolezza delle attitudini e delle capacità personali al fine di effettuare scelte meditate e consapevoli anche in vista del proseguimento degli studi o del percorso formativo;
  • far prendere coscienza dei propri diritti e dei propri doveri all'interno del contesto sociale di appartenenza e sviluppare comportamenti favorevoli allo scambio interculturale.